Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "Ho capito! Accetto!" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Parco Lu Cantaru

banner su cantaru 154x134

Il Parco Lu Cantaru si erge su un promontorio poco distante dalla strada che da Sassari...

Leggi tutto

El Sombrero 2

banner pizzeria el sombrero

Pizze da asporto, pizzette, panini, fainè, piatti composti, polli arrosto...

Leggi tutto

Panipal

banner panipal

Panificio da tre generazioni. Con noi puoi riscoprire il sapore antico del pane...

Leggi tutto

Agriturismo Finagliosu

banner finagliosu

L'Azienda Agrituristica Finagliosu è costituito da un vecchio "Quile"...

Leggi Tutto

SI.GA. Porto Palmas

banner porto palmas

Varo e alaggio di barche e gommoni, escursioni in mare, bar, ristoro...

Leggi tutto

06 LUG 2011 - (AGI) - Cagliari, 6 lug - Il Tar della Sardegna si e' pronunciato sul ricorso presentato dal Comune di Tresnuraghes (Oristano), contro la costruzione di un radar della guardia di finanza a Ischia Ruja.

I giudici hanno confermato la sospensiva disposta a fine mese perche' il ricorso appare fondato: "ad un primo sommario esame tipico della fase cautelare il ricorso appare provvisto di sufficiente fumus boni iuris". Inoltre il provvedimento e' stato confermato anche in virtu' della necessaria applicazione del principio di precauzione, vista l'importanza naturalistica del sito dove si vuole installare il radar. Inoltre "il Collegio specifica che il Comune, quale ente esponenziale della comunita' territoriale, e' legittimato a far valere in giudizio il diritto alla salute e all'incolumita' fisica dei propri abitanti, nonche' il diritto, proprio della collettivita' locale, alla salubrita' dell'ambiente; considerato, infine, che sussiste con evidenza il requisito del pregiudizio grave ed irreparabile atto a consentire l'intervento cautelare di questo Giudice". Il tribunale vista l'importanza e la delicatezza della questione, e considerata la mole di documenti presentati questa mattina dall'avvocatura dello Stato, ha anche disposto una nuova camera di consiglio fissata per il 5 ottobre.(AGI)

Agenda Eventi

Ottobre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Scroll to top