Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare. Cliccando sul tasto "Ho capito! Accetto!" o proseguendo nella navigazione, si acconsente all'uso dei cookie.

Parco Lu Cantaru

banner su cantaru 154x134

Il Parco Lu Cantaru si erge su un promontorio poco distante dalla strada che da Sassari...

Leggi tutto

El Sombrero 2

banner pizzeria el sombrero

Pizze da asporto, pizzette, panini, fainè, piatti composti, polli arrosto...

Leggi tutto

Panipal

banner panipal

Panificio da tre generazioni. Con noi puoi riscoprire il sapore antico del pane...

Leggi tutto

Agriturismo Finagliosu

banner finagliosu

L'Azienda Agrituristica Finagliosu è costituito da un vecchio "Quile"...

Leggi Tutto

SI.GA. Porto Palmas

banner porto palmas

Varo e alaggio di barche e gommoni, escursioni in mare, bar, ristoro...

Leggi tutto

da www.lanuovasardegna.it

11/12/2014 Paradossale situazione nelle borgate sassaresi, all'Argentiera 50 interventi sulla rete solo nel 2014.

SASSARI. I 132 giorni senz'acqua potabile di Sassari sono davvero bruscolini. C'è chi infatti, a pochi chilometri dalle mura cittadine, è da ben 943 giorni senza acqua di rete potabile. Situazione paradossale che i circa 800 abitanti della frazione nurrese hanno da tempo risolto servendosi di pozzi e serbatoi privati, ma che bene spiega come siano ridotte le borgate cittadine.

Basti per tutte l'Argentiera. A secco da sette giorni dopo un'estate da incubo. Dai rubinetti di quella che nei proclami del Comune dovrà diventare la perla del turismo nel nord ovest Sardegna non sgorga nemmeno una goccia. Colpa dei guasti a catena che, da sempre, affliggono le condotte idriche al servizio della borgata.

Da venerdì scorso Abbanoa ha comunicato a Palazzo Ducale che, «causa ennesima perdita in località Cala Unano», avrebbe interrotto l'erogazione idrica, iniziando immediatamente la verifica e la ricerca in campagna delle perdite. Da allora gli abitanti dell'Argentiera non hanno più visto un goccio d'acqua né hanno avuto notizie su quando l'emergenza, ormai cronica, avrà fine. «Nel corso dell'ultimo anno sulla rete idrica dell'Argentiera sono stati fatti circa 50 interventi di riparazione – sottolinea sconsolato il consigliere comunale Enrico Sini – È evidente che le condotte sono troppo vecchie». Detto fatto: qualche giorno fa Abbanoa ha fatto sapere che una perdita nelle vecchie tubature è stata individuata e riparata, ma chiusa una falla se ne sono aperte altre. Tante altre. Rimettere in pressione le condotte dopo l' interruzione si è rivelato fatale per i tubi posati circa 30 anni fa e ormai ridotti a colabrodo. La soluzione? L'autobotte d'ordinanza. E la solita, grande, pazienza. (v.garofalo)

Foto: La Nuova Sardegna

Vedi l'articolo originale

Agenda Eventi

Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Scroll to top