Stampa questa pagina

La giunta nella “città dell’agro”

20 Ottobre 2014 Scritto da La Nuova Sardegna Rassegna Stampa 119
L'assemblea L'assemblea Foto: Pagina FB di Enrico Sini
Vota questo articolo
(0 Voti)

20/10/2014 Confronto pubblico tra il sindaco, l’esecutivo e i residenti Lungo elenco di emergenze. Assicurati ascolto e impegno.

SASSARI. L’elenco delle priorità è lungo, anche perché i problemi non sono mai stati affrontati in modo organico. Per questo, l’incontro svoltosi nei giorni scorsi tra la giunta Sanna e i residenti delle borgate è entrato subito nel campo del pragmatismo: premessa necessaria per convincere chi aspetta risposte. Nella sala riunioni di Palmadula si è parlato di grandi e piccole emergenze, ma anche di sviluppo turistico e di lavoro per i giovani. «Un incontro conoscitivo – si legge in una nota di Palazzo Ducale –, organizzato dal presidente della circoscrizione unica, Luigi Correddu, e che è servito a portare all'attenzione degli amministratori sassaresi alcune problematiche delle frazioni comunali di Tottubella, La Corte, Campanedda, Palmadula, Biancareddu, Canaglia, Baratz e Argentiera che raggruppano circa 3.500 residenti».

La frazione di Palmadula non è stata scelta a caso come sede del primo incontro, ha spiegato il sindaco Nicola Sanna, ma «perché è l’area tra le più distanti dai confini urbani di Sassari». Una lontananza che comporta difficoltà e disagi per i residenti. Problemi che la giunta, così hanno assicurato il primo cittadino e i suoi assessori, vuole accorciare «portando – ha annunciato Sanna – all’attenzione della Regione la situazione di un territorio che vive la crisi nei settori dell'agricoltura, della pastorizia, del turismo. Qua ci sono aziende che vogliono crescere». Il sindaco ha fatto cenno agli indennizzi per la lingua blu: «Abbiamo già liquidato le competenze sull’abbattimento dei capi e siamo in attesa di altri fondi da parte della Regione per la riduzione del reddito: il ritardo negli indennizzi non è colpa nostra».

Per quanto riguarda le problematiche dell’acqua, il sindaco ha ricordato che la prossima settimana incontrerà i vertici di Abbanoa e parlerà con loro anche dei servizi per l’agro. Sui trasporti, infine, il sindaco ha fatto sapere che è al vaglio lo studio di un’azienda unica di bacino, anche per venire incontro alle difficoltà di collegamento con le aree dell'agro distanti dalla città anche 30 chilometri.

Un passaggio sull'Argentiera poi per ricordare il progetto di bonifica e l'eliminazione del rischio frane che potrebbe interessare l'area di Pozzo podestà. Si sono quindi succeduti gli interventi di tutti gli assessori: Grazia Manca, Ottavio Sanna, Maria Francesca Fantato, Luca Taras, Luigi Polano e Monica Spanedda. Ciascuno ha assicurato, per la parte di propria competenza, attenzione e impegno per affrontare e risolvere i problemi dell’agro. Le priorità saranno scelte sulla base delle segnalazioni e delle richieste presentate dai presidenti delle circoscrizioni e dai consiglieri comunali.

E a proposito dell’interesse del Consiglio comunale, il presidente Antonio Piu ha assicurato l'attenzione da parte dell'assemblea cittadina e un coordinamento con i consiglieri del territorio. Alla riunione ha partecipato anche il consigliere di minoranza Enrico Sini.

Foto: Pagina FB di Enrico Sini

da www.lanuovasardegna.it

Vedi l'articolo originale

Articoli correlati (da tag)